ROGATE ERGO

Rivista di animazione vocazionale -  Marzo 2016

Pasqua di perdono

  

remar16

 

 



Nessuno può pensare di essere felice senza sperimentare il perdono di Dio. Sant’Agostino nelle Confessioni scrive: “Che non intoni la tua lode colui che non considera la tua misericordia”. E Papa Francesco, che ha fatto del perdono una delle cifre del suo pontificato, nell’udienza giubilare del 20 febbraio scorso, ha detto:“Tutti siamo peccatori, ma Dio si avvicina per darci conforto e la misericordia perdona”.

 

In vista della Pasqua questo numero di Rogate ergo si sofferma sul perdono con taglio biblico, pedagogico, sociologico e pastorale. In particolare in esso si spiega in che termini la confessione costituisce per il penitente un momento di crescita spirituale.

          

Dopo avere analizzato i motivi della crisi che colpisce oggi il sacramento della riconciliazione, vengono proposte le testimonianze di grandi confessori: da San Pio da Pietrelcina a Padre Leopoldo Mandic, da San Filippo Neri al rogazionista Giuseppe Marrazzo.

          

Il numero è arricchito da esperienze di vita pacificata in seguito alla concessione del perdono. Campioni in questo senso sono stati: Rita da Cascia, Giovanni Fisher, Tommaso Moro, Maria Goretti. In fondo al numero l’intervista ad Oliviero Toscani, fotografo e pubblicitario dei più famosi giornali del mondo, che puntando il suo obiettivo sul volto delle persone cerca di catturare squarci della loro anima.

 

Firmano le pagine di questo numero: Lorenzo Chiarinelli, Vito Magno, Giosy Cento, Giuseppe De Virgilio, Angelo Montonati, Vera Araujo, Amedeo Cencini, Giuseppe Sovernigo, Alessandro Castegnaro, Bledar Xhuli, Alberto Di Giglio, Salvatore Mazza, Danilo Zanella, Luciano Cabbia




 

cooltext455173072cooltext455168755